Quando rende un ettaro di mandorleto

Quanto tempo ci vuole per far crescere un mandorlo

I nuovi modelli di produzione fanno sì che produrre 1 kg di mandorle con un sistema superintensivo sia molto più economico che produrle con una coltivazione intensiva o tradizionale, con un costo di produzione di circa 0,8 – 1,2 €/kg di mandorle.

Confronta con prodotti similiQuesto prodotto Mandorlo – Vaso 26cm. – Altezza circa 1’20m. – Pianta viva – (Spedizione solo in Spagna continentale)Pesco – Vaso 26cm. – Altezza circa 1’20m. – Live plant – (Ships only to Mainland Spain)Prezzo27,00 €27,00 €27,00 €27,00 €Venduto daViveros la DamaViveros la Dama3 altre file

Al giorno d’oggi si dovrebbe pensare che una coltura ad alta tecnologia, con alta densità, buona irrigazione e gestione della piantagione in generale, non dovrebbe rendere meno di 1.500- 1800 kg di mandorle pelate per ettaro, e può raggiungere i 2.500 Kg/Ha.

Dove piantare un mandorlo? La posizione. È un albero da frutto delle zone calde, quindi non è molto tollerante al freddo, ed è molto tollerante alla siccità. Le condizioni di luce devono essere totali, quindi è meglio posizionarlo in un campo aperto, lontano da qualsiasi ostacolo che potrebbe causare ombra.

Varietà di mandorli più redditizie

Il mandorlo è stato tradizionalmente una coltura piovosa, ma i nuovi sistemi d’irrigazione aprono molte possibilità anche per questa coltura. Non perdere questo articolo con i pro e i contro della redditività dei mandorli irrigati.

Le nuove varietà di mandorli, sviluppate per la coltivazione irrigua, sono molto più produttive di quelle tradizionali. Inoltre, il miglioramento genetico è stato applicato anche alle varietà tradizionali rendendole più produttive.

In primo piano  Cose la colorimetria capelli

Nell’irrigazione, un altro fattore che determina i costi è il tipo di irrigazione, cioè il prezzo dell’acqua. L’irrigazione tradizionale, sia a gravità che a pressione, tende ad avere un costo dell’acqua molto più basso rispetto alla nuova irrigazione a pressione.

Quindi, la redditività della coltivazione delle mandorle è chiara, anche se possibili variazioni future dei prezzi potrebbero cambiare questa situazione. Nel mercato attuale, con prezzi alti, la redditività della coltivazione delle mandorle è assicurata. Tuttavia, se il prezzo scende, sarà molto importante controllare i costi per mantenere la redditività.

Quanti frutti porta un mandorlo

Inoltre, entrambe le varietà offrono un grande vantaggio se piantate insieme: la raccolta può essere fatta una dopo l’altra. La mandorla Makako matura tra i sette e i dieci giorni dopo la Penta, il che ci permette di allungare il periodo totale di raccolta, con la conseguente riduzione dei costi che questo comporta: possiamo raccogliere la Penta nei 7/10 giorni che servono alla Makako per essere pronta alla raccolta, e poi raccogliere la varietà Makako. La fioritura molto tardiva di queste varietà ci permette di coltivarle praticamente ovunque nella penisola iberica, con un basso rischio di gelo. (Potete saperne di più nella nostra voce sulla raccolta delle mandorle).

Piantagione intensiva di mandorli

Il mandorlo sta cessando di essere considerato una coltura marginale e si sta affermando nelle aree irrigate, con una gestione simile a quella di qualsiasi altra coltura da frutto (Figura 4). Di conseguenza, in queste condizioni, le rese che ci si aspetta di ottenere, e che in alcuni casi si stanno già ottenendo, sono dell’ordine di 1.500-2.000 kg di grano/ha.

In primo piano  Per quanto tempo si conserva la marmellata aperta in frigo

Oggi, nell’irrigazione, con il materiale vegetale e le macchine di raccolta disponibili, è possibile pianificare nuovi modelli di produzione molto più intensivi, con diversi sistemi di formazione e gestione delle piantagioni e diversi telai di impianto.

I nuovi modelli di produzione includono l’uso di diversi sistemi di formazione (vaso, asse, muro di frutta, ecc.). Inoltre, l’uso di portainnesti a vigoria moderata o ridotta che, combinati con le nuove varietà, possono permettere di ottenere produzioni elevate e precoci.

Un’altra soluzione è l’uso del sistema di teloni o balle, che è ampiamente utilizzato in Andalusia per la raccolta delle olive. Si tratta di un sistema basato sull’uso di teloni che vengono stesi sul terreno per mezzo di “buggies” e le mandorle vengono portate giù per mezzo di vibratori semoventi. Questo sistema è veloce ed economico, ma lo svantaggio principale è l’alta manodopera richiesta per eseguire tutte le operazioni.