Quante sono le forme verbali

Tempo verbale che indica un’azione che ha già avuto luogo

La sua coniugazione è quasi sempre regolare. In generale, quando un verbo è coniugato al gerundio, significa continuità all’interno di una linea temporale, che sia nel presente, nel passato o nel futuro. I gerundi irregolari comprendono tre tipi: quelli che cambiano la radice del verbo: la lettera “e” in “i” e anche la lettera “o” in “u”. Per esempio: il gerundio di “decir” è “diciendo”; il gerundio di “dormir” è “durmiendo”. Un altro gruppo irregolare comprende i verbi che cambiano la “i” di “-iendo” in una “y”. Per esempio: il gerundio di “leer” è “leyendo”. Qui sotto c’è una tabella della coniugazione dei verbi gerundi:

Il Present Tense nella maggior parte delle sue coniugazioni segue una forma regolare; ma ci sono alcuni verbi irregolari, per esempio: il verbo “ir” o “saber”, che nella prima persona singolare è “sé”, che non segue la forma regolare dove i verbi finiscono in -o. Qui sotto c’è una tabella della coniugazione regolare del tempo presente:

Pretérito pluscuamperfecto o antecopretérito. Indica un’azione passata che ha avuto luogo prima di un’altra azione passata, cioè prima di un altro tempo passato. Si forma con il verbo ausiliare haber, nell’imperfetto preterito: había amado, había partido, había temido…