Quando e esistito il megalodonte

Quanto era grande il megalodonte

È un fatto che le acque più basse dei nostri oceani sono ancora inesplorate. Per questo motivo, diversi scienziati credono che sia possibile che questo gigante sottomarino possa risiedere nelle profondità più oscure dei mari. L’ipotesi si basa sul fatto che questi luoghi sostengono le tane degli animali primordiali.

Per questo motivo, questa bestia ancestrale può aver ottenuto adattamenti biologici inerenti al suo percorso evolutivo, soprattutto dopo millenni di clandestinità. Se questo è il caso, è una realtà che il megalodon potrebbe non aver mantenuto il suo aspetto “originale”, ma potrebbe aver subito alcuni cambiamenti che gli hanno permesso di adattarsi al suo ambiente.

Tuttavia, prove paleontologiche risalenti al XIX secolo suggeriscono che le sue dimensioni potrebbero essere state molto più grandi di quelle degli squali contemporanei. Per gli scienziati di oggi, è stato difficile mantenere un record più aggiornato, poiché i resti organici di questi squali giganti si sono deteriorati rapidamente a causa della salinità del mare.