In che regione si trova il monte cervino

Alpi

Dopo una quindicina di tentativi di scalare il versante italiano attraverso la cresta Leone e la cresta Hornly svizzera, il 14 luglio 1865, Whymper, Hudson, Douglas e Hadow, con le guide Croz e i due Taugwalders, furono i primi uomini a mettere piede sulla cima del Cervino.

Tre giorni dopo, fu la volta degli italiani J.A. Carrel (detto “il Bersagliere”) e J.B. Bich, che raggiunsero la vetta attraverso la cresta Leone: un percorso difficile che poterono risolvere solo grazie ad Aimé Gorret (poi noto come “l’Ours de la Montagne”), che faceva parte della spedizione, insieme a Jean-Augustin Meynet.

Nel 1879, A.F. Mummery, insieme alle guide A. Burghener, J. Petrus e A. Gentinetta, raggiunse la cima del Cervino dalla cresta Zmutt, che è la via naturale, cioè la via più facile senza i mezzi artificiali che esistono oggi sulle creste Hornly e Leone.

E infine, l’11 settembre 1985, Marco Barmasse, in 15 ore, fece in solitaria le quattro cime del Cervino: salita da Furggen, discesa da Hornly, salita da Zmutt e discesa da Leone.