Figure fonetiche o di suono

Esempi di figure letterarie del discorso

SOPRATTUTTO: Il discorso utilizza suoni specifici, chiamati FONI, che sono articolati dalla LINGUA, dalle labbra e da altri organi adiacenti, che formano l’APPARATO DI FONAZIONE (Azevedo, 2023, p. 47).

ATTENZIONE: Non confondete i GRAFEMI con i PHONES! I GRAFEMI sono rappresentazioni ortografiche convenzionali specifiche per ogni lingua. Sono lettere dell’alfabeto che hanno una relazione indiretta (o nessuna) con il FONE/SUONO corrispondente.

La descrizione delle VOWELS tiene conto dell’altezza della lingua (alta, media, bassa) e dello spostamento orizzontale della lingua nella cavità orale (anteriore, centrale, posteriore) [Vedi articolazione interattiva: Vowels].

PRATICA1. Identificazione del tipo di dittonghi e della loro rappresentazione fonetica: quien, pau-ta, ley, can-ción, es-tu-diar, cuo-ta, o-dio, seu-do, muy2.  Identificazione di dittonghi vs. iati: antiguo, poeta, limpio, traigo, vía, caos.

CONSONANTI – sono suoni prodotti con un ostacolo totale o parziale, che ostacola il deflusso dell’aria espirata; – corrispondono alla caratteristica [+ consonante] o [+ cons]; – si distinguono nel luogo di articolazione, il modo di articolazione e la vibrazione delle corde vocali.(Azevedo, 2023, p. 59)