Cosa si festeggia oggi

Che giorno si celebra oggi in Perù

Il vescovo e anziano Sant’Alessandro era famoso per lo zelo della sua fede. Fu eletto alla sede di Alessandria come successore di San Pietro e respinse la malvagia eresia del suo presbitero Ario, che si era allontanato dalla comunione della Chiesa. Nel 318 prese parte al primo concilio di Nicea, che condannò questo errore.

Nominato e nominato alla sede di Alessandria dopo la morte di Aquillas nel 313, da allora fu coinvolto in questioni dottrinali che lo fecero soffrire indicibilmente, lo fecero maturare nella professione della fede cristiana e ne fecero il campione.

Si prendeva cura degli indigenti e mostrava una rara generosità nei loro confronti.  Il patriarca è un uomo zelante nell’adempimento del suo ufficio. Incoraggiò l’ascetismo degli anacoreti solitari che si donavano incondizionatamente a Dio nel deserto egiziano con una vita di penitenza. Fece costruire il tempio di San Teona, il più grande tempio di Alessandria. Ha mantenuto la pace e la tranquillità mentre la data della celebrazione della Pasqua veniva elaborata.