Cosa ha fatto rita de crescenzo

Gente povera – Capitolo 56.3

Il migliore della giornata è stato Jessica Vall che ha preso la vittoria nell’ettometro di rana in un testa a testa contro Marina García in cui ha offerto grandi sensazioni. Con 1:07.56, Vall ha realizzato il suo miglior tempo di sempre in questa fase della stagione, con i campi di allenamento in alta quota ancora recenti per tutti gli internazionali e, quindi, senza la forma ottimale per attaccare il raggiungimento di buoni tempi. Infatti, lo standard di qualificazione per i campionati del mondo di Gwangju, che deve essere raggiunto durante il prossimo Open di primavera, è fissato a 1:07.69 per le manche e 1:07.07 per le semifinali nei 100 rana, che ratifica la buona forma di Vall, che ha già nuotato sotto lo standard di qualificazione. Marina García era seconda nei 100 rana con 1:10.02.

Lidón non è riuscito a vincere i 100 stile libero (56.36) o i 50 dorso (29.55). In entrambi gli eventi è stata seconda dietro Giada Galizi (56.02) e Erika Francesca Gaetani (29.42), rispettivamente. Nell’ettometro, Marina García era diciottesimo con 58.46 e Vall era quarantaquattresimo con 1:01.54. Inoltre, Zamorano era secondo nei 200 dorso (2:15.32), con spazio per migliorare i suoi tempi, in un evento vinto da Martina Cenci (2:14.19). Cata’ Corrò ha anche gareggiato nei 100 farfalla in cui è arrivata quarta con 1:02.16, un record personale in questo evento (tempo precedente di 1:02.99).