Come si pronuncia nietzsche

Traduzione di Nietzsche

Ma naturalmente, uno studente a distanza che legge solo libri e partecipa alla scrittura nei forum, come potrebbe saperlo? Sono stato anche corretto, più giustamente, quando ho detto “Ecce homo” di Nietzsche, pronunciando Ecce in cattivo italiano (~”Eche”), e io e il professore abbiamo discusso le diverse possibilità (spagnolo Ecze, latino Eke,…).

Per rimediare a questo, quando è possibile, ho visto come Nolano cerca di spagnolizzare foneticamente i termini stranieri che ci permettono di pronunciarlo meglio, come arjé (invece di arkhé) e ezos (invece di ethos).

Il problema dell’italiano è che non avendo un sistema di accenti ortografici come lo spagnolo, è impossibile sapere come pronunciare certe parole se non le si sente. Ho anche pronunciato Antiseri come una parola piatta. Un ottimo modo per sapere come pronunciare un nome proprio è andare alla pagina corrispondente della Wikipedia inglese, dove si può trovare la sua trascrizione fonetica.

Quanto al latino, ci sono tre modi di pronunciarlo, come dice Kierkegaard: il latino originale, quello “ecclesiastico” e quello castiglianizzato. Essendo una lingua morta, penso che sia più libera. Scelgo di pronunciare “ecce” come si legge; in latino classico sarebbe “ecke” e in latino ecclesiastico “ecche”. Certo, se dovessi dare un esame di latino, userei la fonologia classica, e quando canto un mottetto in coro, uso la pronuncia ecclesiastica, italianizzata suppongo per l’influenza storica del Vaticano. Ma è utile sapere com’era la pronuncia classica, perché rivela etimologie curiose e non troppo ovvie, come il germanico Kaiser, che deriva da Caesar, o il basco bake (pace), che deriva da “pace” (pronunciato “pake”).

In primo piano  Castello di windsor stanze