Come si ottiene la somma tra vettori

Somma di vettori graficamente

In matematica e fisica, un vettore[a] è un’entità matematica come una linea o un piano. Un vettore è rappresentato da un segmento di linea, orientato nello spazio euclideo tridimensionale. Un vettore ha tre elementi: modulo, direzione e verso.[1] I vettori ci permettono di rappresentare quantità fisiche vettoriali, come quelle menzionate qui sotto.

In matematica, un vettore è definito come un elemento di uno spazio vettoriale. Questa nozione è più astratta e per molti spazi vettoriali non è possibile rappresentare i loro vettori per modulo e direzione. In particolare gli spazi infiniti dimensionali senza prodotto scalare non sono rappresentabili in questo modo. I vettori in uno spazio euclideo possono essere rappresentati geometricamente come segmenti di linea.

Le quantità vettoriali sono rappresentate da un’entità matematica chiamata vettore. In uno spazio euclideo di non più di tre dimensioni, un vettore è rappresentato da un segmento orientato. Così, un vettore è caratterizzato dai seguenti elementi: la sua lunghezza o modulo, sempre positivo per definizione, e la sua direzione, che può essere rappresentata dalla somma delle sue componenti vettoriali ortogonali, parallele agli assi delle coordinate; oppure dalle coordinate polari, che determinano l’angolo che il vettore forma con gli assi delle coordinate positive.[6] Il vettore può essere rappresentato dalla somma delle sue componenti vettoriali ortogonali, parallele agli assi delle coordinate; oppure dalle coordinate polari, che determinano l’angolo che il vettore forma con gli assi delle coordinate positive.