Come si calcola il minimo comune multiplo nelle frazioni

Minimo comune denominatore

La LCM può essere usata per sommare o sottrarre frazioni con denominatori diversi prendendo la LCM dei denominatori delle frazioni e convertendole in frazioni equivalenti che possono essere sommate. Vedi il seguente esempio:

Il m.c.m. per due espressioni algebriche coefficiente numerico e grado minimo che è divisibile esattamente per ciascuna delle espressioni date. Questa teoria è di estrema importanza per le frazioni e le equazioni[6].

Nel caso dell’aritmetica classica elementare si applicherebbe nel seguente esempio. Ci sono 3 corridori che percorrono un circuito, se in ogni giro il primo è avanti di 1/3 di giro rispetto al secondo e di 2/7 di giro rispetto al terzo, quando i tre corridori si ritroveranno al traguardo? Questo vale anche per i problemi che riguardano le ruote dentate, ecc.

Le formule di cui sopra sono valide per un numero finito di frazioni. Inoltre, il quoziente del mcm tra ogni frazione è un intero e l’insieme dei quozienti forma un sistema di primi di ogni altro. Allo stesso modo, il quoziente di ogni frazione per il mcd è un intero, i quozienti sono primi tra loro[8].