Come funzionano le cabinovie

Caratteristiche dell’impianto a fune

L’inventore della funivia fu Fleeming Jenkin e la prima funivia costruita fu quella di Bolzano, Italia, inaugurata il 29 giugno 1908, che collegava la città di Bolzano con un ristorante sul monte Kohler (Kohlerberg).

Ogni gondola della funivia è sospesa ad un carrello e incernierata ad esso in modo che sia sempre appesa verticalmente, indipendentemente dall’inclinazione del cavo. Ogni carrello ha un treno di carrucole incernierate tra loro in modo da poter scorrere senza problemi lungo le sezioni di supporto del cavo portante. Nell’operazione a due gondole, i carrelli di entrambe le gondole sono fissati a un cavo di trazione azionato da una puleggia nella stazione inferiore e guidato da un’altra puleggia nella stazione superiore. La puleggia motrice è azionata da un motore elettrico tramite una trasmissione; inoltre, la puleggia e il suo azionamento possono essere spostati sul suo supporto per tendere la fune di trazione per mezzo di un contrappeso. Entrambe le gondole sono accoppiate al cavo di trazione in un modo simile a quello usato nelle funicolari, in modo che quando il cavo viene messo in movimento, le gondole partono da entrambe le stazioni allo stesso tempo.