Come fatto un arcobaleno

Un arcobaleno

La formulazione di Genesi 9 è interessante perché Dio dice che l’arcobaleno sarà un richiamo a se stesso per ricordare la sua alleanza: “Quando coprirò la terra con le nuvole e l’arcobaleno apparirà in esse, mi ricorderò dell’alleanza che ho fatto con voi e con tutti gli esseri viventi. Mai più le acque diventeranno un diluvio per distruggere tutti i mortali. Ogni volta che l’arcobaleno apparirà tra le nuvole, io lo vedrò e mi ricorderò dell’alleanza che ho fatto con tutti gli esseri viventi sulla terra per sempre” (Genesi 9, 14-16). Questo non implica che Dio abbia “bisogno” di ricordare; è semplicemente un modo di dire che Dio manterrà fedelmente la sua alleanza. Egli è sempre memore della Sua promessa.

Apocalisse 10:1 si riferisce a un arcobaleno nella descrizione di un angelo: “Poi vidi un altro angelo potente che scendeva dal cielo, avvolto in una nuvola. Un arcobaleno era intorno alla sua testa; la sua faccia era come il sole e le sue gambe erano come colonne di fuoco”. Ogni menzione degli arcobaleni nella Scrittura ha una connessione diretta con la potenza e la gloria di Dio.