Che cosa e quadro svedese

Valuta kr a dollaro

Il marco era una valuta, unità monetaria o unità di conto in diverse nazioni. Si chiamava così perché si basava sul vecchio marchio come standard di peso. La parola deriva da una combinazione di parole teutoniche/germaniche, latinizzate nel latino post-classico del IX secolo come mark, march, marha o marcus.[1] Il mark come unità di peso medievale fu usato principalmente nel Medioevo.

Il marchio come unità di peso medievale era usato principalmente per l’oro e l’argento in Europa occidentale ed è approssimativamente equivalente a 8 once. Tuttavia, ci sono state notevoli variazioni nel corso del Medioevo. [2]

Nella Germania settentrionale (specialmente ad Amburgo) e in Scandinavia, il marco era un’unità di conto di 8 once o circa 249 g, ma anche una moneta, con un valore di 16 scellini (schillings o skillings) (nessuna relazione con il successivo scellino austriaco del XX secolo).

Nel tentativo di evitare la svalutazione della moneta, la Banca di Amburgo (Hamburger Bank) fu fondata nel 1619, seguendo l’esempio della Banca di Amsterdam. Entrambe le banche hanno stabilito una moneta stabile di conto. L’unità di conto di Amburgo era la Mark Bank. Veniva accreditato in cambio della vendita di lingotti o come credito contro garanzia. Non furono emesse monete o banconote, ma furono aperti conti che mostravano un saldo a credito. I titolari dei conti potevano utilizzare i loro saldi di credito inviando rimesse ad altri conti o traendo cambiali contro di essi. Queste banconote circolavano e potevano essere trasferite per girata, ed erano accettate come pagamento. Potrebbero anche essere riscattabili. Questo denaro corrente ha dimostrato di essere molto stabile.

In primo piano  Sornione significato per bambini